Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/andreaam/public_html/sito/wp-config.php:1) in /home/andreaam/public_html/sito/wp-content/plugins/qtranslate/qtranslate_core.php on line 71
Addominoplastica | Dott. Andrea Amico

Addominoplastica

L’intervento di addominoplastica corregge il cedimento della parete muscolare dell’addome, ovvero quando l’addome si presenta flaccido e rilassato, a d esempio dopo un forte dimagrimento o dopo una gravidanza (o ripetute gravidanze).

Le principali indicazioni per l’addominoplastica sono il cedimento dell’addome (cedimento dei muscoli addominali), causato da gravidanze ripetute o a dimagramenti rilevanti, eccesso di grasso e di cute. In alcuni casi è piuttosto sufficiente la liposuzione quando c’è un semplice accumulo di grasso.

Difficilmente altri trattamenti possono portare risultati simili all’addominoplastica perchè bisogna intervenire chirurgicamente per eliminare i tessuti in eccedenza.

Tecnica

L’intervento di addominoplastica viene eseguito in anestesia generale con ricovero medio di 48 ore.

Consiste nella rimozione della cute e del tessuto adiposo in eccedenza nella parte bassa dell’addome, il riposizionamento dell’ombelico ed il rimodellamento dei muscoli retti addominali e dei fianchi.

Periodo post-operatorio

Nel periodo post operatorio subito successivo all’intervento di addominoplastica, bisogna mantenere la posizione supina con due cuscini sotto le gambe.

Generalmente è possibile alzarsi dal letto il giorno seguente l’intervento, dopo aver indossato la guaina addominale contenitiva.

La guaina contenitiva va indossata giorno e notte per 14 giorni. Poi altre 2 settimane solo di giorno.

I punti di sutura sono rimossi dopo 10-12 giorni. Per qualche mese è presente una diminuzione della sensibilità della cute sopra la cicatrice ed un lieve gonfiore nella parte bassa dell’addome. Questi sintomi scompaiono con il tempo.

Possibili complicanze post-operatorie

Sono possibili come in tutti gli interventi chirurgici. Solo raramente possono riguardare problemi di ematoma o infezione o cattiva cicatrizzazione, ma devono sempre essere prospettati al paziente, e valutati prima dell’intervento. Normalmente si pratica una terapia profilattica con eparina a basso peso molecolare e si elimina il fumo per due settimane prima dell’intervento.

Costi

Da stabilire in sede di visita. Orientativamente dai 5000 agli 8500 euro.